Oggi apro un blog… oppure un sito?

16 Ottobre 2017 | commenti: 0

La differenza tra blog e sito ha sempre generato molta confusione negli utenti e spesso va a finire che si sceglie la soluzione meno proficua e più difficile da utilizzare. Facciamo chiarezza.

blog o sito, vediamo le differenze

Se sei un imprenditore oppure lavori in una piccola impresa e hai ricevuto l’incarico di creare il sito internet aziendale, probabilmente ti sarai chiesto se fosse meglio aprire un blog oppure creare un sito internet. E puntualmente la tua scelta è stata criticata. Vediamo allora la differenza tra un blog e un sito, così la prossima volta andrà meglio.

Il blog è un sistema di pubblicazione di contenuti, detti articoli (o post, in alcuni social network), che vengono raggruppati per argomento o tema (categorie). Quindi, il blog, è un metodo di pubblicazione, più che una vera e propria alternativa al sito web. Questa soluzione è disponibile su molte piattaforme, tra cui wordpress.com, blogger, ecc.

Creando un account su una di queste piattaforme è immediatamente possibile pubblicare i propri contenuti, che però restano all’interno della piattaforma, benché l’indirizzo del blog, al posto del classico “www”, riporti il tuo nome, o quello della tua azienda.

Il menu è piuttosto ricco: ci sono varie possibilità di formattare i testi, aggiungere foto e video, ed è anche possibile scegliere un tema grafico. Ma raramente le funzioni contenute su queste piattaforme risolvono tutte le tue esigenze, perché si tratta di strumento molto trasversale ai vari target di pubblico, quindi le funzioni sono generiche e a volte difficili da utilizzare.

Vediamo invece cosa offre il sito. A primo impatto può risultare più difficile metterlo su, perché è necessario acquistare un dominio, attivare un hosting e poi installare un CMS per essere autonomi (ad esempio WordPress). In realtà, ormai da parecchi anni, quasi tutti i provider offrono dei pacchetti all-inclusive, acquistabili online, che già comprendono tutto questo.

Una volta acquistato il servizio, si è pronti per iniziare a pubblicare i propri contenuti. Ma la domanda sorge spontanea, come faccio? È vero che il menu delle funzioni è piuttosto intuitivo ma, almeno su WordPress, potrebbe non risultare chiarissima la differenza tra articoli e pagine oppure potrebbe non essere intuitivo come gestire un menu o amministrare i media. Eppure le possibilità offerte dal sito, si vede fin dai primi approcci, sono assolutamente superiori a quelle del semplice blog. Ma la domanda resta: come faccio?

La risposta è davvero molto semplice: iscriversi ad un corso su WordPress. Credete che non ne valga la pena? Chiedete allora a chi ne ha frequentato uno serio e adesso pubblica con facilità: articoli, video, gallerie fotografiche, moduli di contatto e arriva ai propri clienti scalando le classifiche di Google fino alle prime pagine. A chi non piacerebbe un simile risultato!

Photo by rawpixel.com on Unsplash

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Accetto